Cucina senza senza con Irene


Piada e Broccoli
marzo 1, 2010, 3:41 pm
Filed under: Primi piatti | Tag: , ,


Tempo occorrente 30 minuti
Ingredienti per 4 persone

1 confezione di piadine di kamut senza lievito
500 gr di broccoli
20 gr di pinoli
4 semi di coriandolo
40 gr di farina di kamut
½ l di acqua
2 cucchiai d’olio extra-vergine d’oliva
Sale alle erbe
Sale grosso marino integrale
Sale fino marino integrale.
1 cucchiaio di farina di mais

Mondare, lavare i broccoli e farli cuocere in acqua bollente salata per 15 minuti.
Mettere a scaldare mezzo litro d’acqua con il sale alle erbe
Intanto in una pentola far scaldare la farina con un cucchiaio d’olio mescolando fino ad ottenere una consistenza a grumi consistenti che si staccano dal fondo, aggiungere l’acqua aromatizzata con il sale alle erbe fino ad ottenere una besciamella densa. Spegnere. Scolare i broccoletti, passarli sotto l’acqua corrente e asciugarli con carta assorbente. In un mortaio pestare i pinoli con i semi di coriandolo, una volta ridotti in farina aggiungerli alla besciamella. Unire i broccoletti e mescolare fino ad ottenere una crema consistente.
Ungere una pirofila con un cucchiaio d’olio e cospargere di farina di mais e fare degli strati di piadina e crema di broccoletti, terminando con la piadina. Scaldare in forno pre-riscaldato a 180° per 10 minuti.

Morbido colorato croccante: si vede che ha visto soul kitchen…. Le ricette in anteprima le trovate su qualcosadirosso

Annunci


Crepes di grano saraceno alla crema di nocciole mandorle e cannella
dicembre 13, 2009, 6:50 pm
Filed under: Dolci | Tag: ,

Tempo occorrente: 10 minuti
Ingredienti per 4 persone:
4 cucchiai di farina di grano saraceno
2 dl di latte d’avena
1 presa di cannella in polvere
4 cucchiai di crema di nocciola senza zucchero
30 gr di mandorle sfilettate
24 chicchi di caffè ricoperti di cioccolato
1 cucchiaio di margarina

Stemperare la farina di grano saraceno con il latte d’avena aromatizzare con la cannella. In un padellino sciogliere un quarto della margarina, quando sfrigola unire la pastella di grano saraceno. Cuocere finchè la superficie è uniforme e croccante.
Trasferire la crepe su carta assorbente, scolando l’unto in eccesso. Distribuire un cucchiaio di crema di nocciola, chiudere la crepe e metterla su un piatto decorando con le mandorle ed i chicchi di caffé ricoperti di cioccolato.

Stanno iniziando gli stravizi di fine anno, anche senza-senza. Temo già gli zuppini depuranti fra qualche settimana.



Cioccolata Calda senza senza
dicembre 1, 2009, 8:20 pm
Filed under: aperture | Tag: , , , ,

Da oggi potete trovare Soyadrink anche al bar, grazie ad un progetto di collaborazione tra Valsoia ed Eraclea che ha l’obiettivo di rendere disponibile in versione vegetale l’ampia varietà Eraclea di cioccolate, cappuccini, frappè… per coloro che, per necessità o per scelta, non consumano prodotti a base di latte vaccino.

Finalmente il piacere di chiaccherare davanti a una cioccolata calda esce dalle mura domestiche, lasciando a casa, per una volta, pentolini ribollenti. Cercate e chiedete la cioccolata calda: la trovate nel vostro bar preferito. Da oggi in poi.

Il senza-senza si propaga come un’onda dal bar al sole 24 ore. Non ci credete? Leggete il nano racconto n°78 della sezione “Fantasy” di twitteratura.



Strawberry Oat Bar “senza-senza”
agosto 30, 2009, 7:11 pm
Filed under: Dolci | Tag: ,

Strawberry Oat BarTempo occorrente:
40 minuti di preparazione, 6 ore di riposo
Ingredienti per 6 bars

Per il fondo:
350 gr di margarina
300 gr di farina di kamut
80 gr di fiocchi d’avena
60 gr di fruttosio

Per il ripieno:
250 gr di marmellata di fragole biologica, senza zuccheri aggiunti

Per la superficie:
250 gr di farina di kamut
60 gr di fruttosio
1 cucchiaino da the di cannella
40 gr di mandorle tritate
100 gr di margarina a fiocchetti
120 gr di fiocchi d’avena

Preparare il fondo:
Pre-riscaldare il forno a 180°, foderare di carta forno una tortiera di 19×28 cm.
Sciogliere la margarina a fuoco dolce. In una terrina unire la farina di kamut, il fruttosio, i fiocchi d’avena, e la margarina sciolta. Ottenere una pasta granulosa. Mettere nella tortiera e con le mani far aderire il composto fino ad ottenere un centimetro di spessore uniformemente.
Cuocere in forno per 16 minuti.
Togliere dal forno e lasciar raffreddare. Intanto:

Preparare la superficie:

Mescolare la farina, il fruttosio la cannella, le mandorle, la margarina e ed i fiocchi d’avena. Mescolare fino ad ottenere delle briciole non troppo grosse.

Una volta raffreddato il dolce, spalmare uno strato di un centimetro di marmellata di fragole, lasciando 1 centimetro di bordo libero da tutti i lati.
Disporre sulla superficie le briciole, spolverizzandole in modo da ottenere uno strato dello stesso spessore e soffice.

Rimettere in forno per 12 minuti.
Far raffreddare almeno sei ore prima di tagliare il dolce

gatta2Mentre stava a New York, si rifugiava per un dolcetto e una limonata in una pasticceria, vicino allo studio di danza. C’era tantissima gente. “Certo le paste sono ottime” si diceva tra sé e sé. Poverina! Non vede la tv da 25 anni, quindi le sfugge che Magnolia Bakery ricorre in Sex and the City. E tutta quella gente passava per turismo e non per calo di zuccheri. Qui è citata una versione molto ma molto light di uno degli splendidi dolcetti disponibili. La versione “senza-senza” delle “Strawberry Oat Bars” pg 46 di “The Magnolia Bakery Cookbook” di Jennifer Appel and Allysa Torey, Simon & Schuster, 1999, New York.
Il successo mediatico non ha intaccato la qualità.



Gnudi in salsa di pinoli e timo
marzo 22, 2009, 3:03 pm
Filed under: Primi piatti | Tag:

gnudi-4Tempo occorrente: preparazione 1 ora cottura 5 minuti
Ingredienti per 4 persone

1,2 kg di spinaci freschi
80 gr di pinoli
2 rametti di timo
Noce moscata
2 cucchiai d’olio extra-vergine d’oliva
2 cucchiai di margarina
Il verde di 4 cipollotti piccoli
400 gr di tofu naturale
2 cucchii di farina di riso
Sale alle erbe
Sale marino integrale grosso

Frullare il tofu con la noce moscata, il sale alle erbe e la farina di riso. Mettere in frigo a riposare. Intanto lavare 5 volte gli spinaci. Lavare ed affettare il verde dei cipollotti. Far scaldare una grande padella e far appassire gli spinaci con l’olio fino a far passare tutti gli spinaci. Metterli in una terrina a parte. Una volta completata l’operazione scolare dell’acqua di cottura, aggiunger un altro po’ d’olio nella spessa padella, aggiungere il cipollotto e far ripassare gli spinaci al fine di asciugare ogni traccia di liquido. Mettere gli spinaci su un assina e tritarli finemente al coltello. Mescolare gli spinaci tritati con il tofu e rimetterli in frigorifero.
Intanto tostare in una padella i pinoli, far fondere in una padellina più piccola la margarina. Mettere a bollire una pentola capace di acqua calda e salare con il sale grosso. Estrarre dal frigo il composto di spinaci e formare delle piccole palline. Regolarizzare le sfere passandole tra i palmi delle mani cosparsi di farina di riso. Quando tutte le palline saranno composte, gettale poco alla volta in acqua bollente. Estrarle appena affiorano e poi condirle con margarina, pinoli e rametti di timo.

gatta3Da ieri è Primavera, così i ravioli si assaporano senza pasta: gnudi!



Insalata di polipo tiepida su crema di patate
gennaio 4, 2009, 8:07 pm
Filed under: sfizi | Tag: ,

insalata-tiepida-di-polpo-su-crema-di-patateTempo occorrente 2 ore, 10 minuti di preparazione, 90 di cottura, il resto per raffreddare
Ingredienti per 4 persone

4 patate
1 kg di polpo
12 olive verdi grandi
La buccia ed il succo di un limone non trattato
4 foglie di basilico
Un pizzico di origano
3 cucchiai d’olio extra-vergine d’oliva
Sale alle erbe
Sale grosso marino integrale

In una pentola a bordi alti mettere a freddo il polpo coperto d’acqua, un cucchiaino di sale grosso marino integrale. Portare ad ebollizione, coprire con un coperchio e cuocere a fuoco moderato per 90 minuti. Poi lasciare intiepidire sempre coperto.

In una pentola a freddo mettere le patate con la buccia e lasciare cuocere per 30 minuti circa. Una volta cotte, sbucciarle e passarle al mixer con qualche cucchiaiata di acqua calda, sale alle erbe, buccia di limone e 2 cucchiaiate d’olio. Ridurre il tutto ad una crema. Tagliare le olive verdi. Una volta intiepidito, scolare il polpo dall’acqua, privarlo della pelle e tagliarlo a tocchetti. Mescolare il polpo tagliato con le olive verdi e condire con una salsina di sale alle erbe, succo di limone e origano.

Comporre il piatto. Disporre due mestolini di crema di patate, aggiungere l’insalata di polpo e decorare con foglie di basilico tagliate a striscioline.

filippaSarà contento Thomas: questo è un piatto di mare senza dubbi né contaminazioni!!!



Tofu alla senape con nido di verza
dicembre 21, 2008, 10:14 pm
Filed under: Piatti unici | Tag: ,

tofuallasenapeverzaalleverdure
Tempo occorrente 30 minuti
Ingredienti per 4 persone

2 panetti di tofu
2 carote
1 cipolla
1 patata
1 cucchiaio di margarina
1 cucchiaio d’olio
2 cucchiaio di senape
2 rametti di prezzemolo
1 spicchio d’aglio
2 chiodi di garofano
2 rametti di coriandolo
2 rametti di prezzemolo
8 foglie di verza
Sale alle erbe
Sale marino integrale

Tagliare il tofu a piccoli dadi ed insaporire con i cucchiai di senape. Lasciare riposare.
Lavare bene le 8 foglie di verza scottarle in abbondante acqua salata solo il tempo di ammorbidirsi, metterle su un pezzo di carta assorbente ad asciugare. Cospargere le foglie di poco olio e tagliarle in fini striscioline. Tagliare cipolla, patata, carota a piccoli dadi poi preparare un soffritto con cipolla, margarina, sale alle erbe. Dorare la cipolla ed unire il resto delle verdure, poi aggiungere un bicchiere d’acqua. Una volta assorbito il liquido ritirare tutte le verdure dalla padella, unire un cucchiaio d’olio al fondo di cottura e rosolare il tofu con uno spicchio d’aglio steccato con il chiodo di garofano. Aggiungere qualche foglia di coriandolo ed aggiustare con il sale alle erbe.
Comporre il piatto costituendo un nido di striscioline di verza, all’interno del quale accomodare le verdure passate. Decorare con rosmarino fresco. In una ciotolina mettere il tofu e decorare con il coriandolo.

filippa6Se non sapessi che è impossibile in questa casa, sento odore di soffritto, di senape e di rosmarino… non è carne. Tofu… però sembra buono. Morbido e saporito.