Cucina senza senza con Irene


Piada e Broccoli
marzo 1, 2010, 3:41 pm
Filed under: Primi piatti | Tag: , ,


Tempo occorrente 30 minuti
Ingredienti per 4 persone

1 confezione di piadine di kamut senza lievito
500 gr di broccoli
20 gr di pinoli
4 semi di coriandolo
40 gr di farina di kamut
½ l di acqua
2 cucchiai d’olio extra-vergine d’oliva
Sale alle erbe
Sale grosso marino integrale
Sale fino marino integrale.
1 cucchiaio di farina di mais

Mondare, lavare i broccoli e farli cuocere in acqua bollente salata per 15 minuti.
Mettere a scaldare mezzo litro d’acqua con il sale alle erbe
Intanto in una pentola far scaldare la farina con un cucchiaio d’olio mescolando fino ad ottenere una consistenza a grumi consistenti che si staccano dal fondo, aggiungere l’acqua aromatizzata con il sale alle erbe fino ad ottenere una besciamella densa. Spegnere. Scolare i broccoletti, passarli sotto l’acqua corrente e asciugarli con carta assorbente. In un mortaio pestare i pinoli con i semi di coriandolo, una volta ridotti in farina aggiungerli alla besciamella. Unire i broccoletti e mescolare fino ad ottenere una crema consistente.
Ungere una pirofila con un cucchiaio d’olio e cospargere di farina di mais e fare degli strati di piadina e crema di broccoletti, terminando con la piadina. Scaldare in forno pre-riscaldato a 180° per 10 minuti.

Morbido colorato croccante: si vede che ha visto soul kitchen…. Le ricette in anteprima le trovate su qualcosadirosso



Pizza di kamut, scarola, olive e capperi
ottobre 26, 2009, 1:09 pm
Filed under: Piatti della festa | Tag: , ,

pizza di kamut scarola pinoli capperi oliveTempo occorrente: 30 minuti
Ingredienti per 4 persone
4 basi per pizze di kamut
2 scarole grandi
2 spicchi d’aglio
30 gr di pinoli
una manciata di capperi sotto sale
20 olive verdi
sale fino marino integrale
6 cucchiai di olio extra-vergine d’oliva

Pre-riscaldare il forno a 180°. Denocciolare e tagliare le olive, dissalare i capperi sotto l’acqua corrente e asciugarli su carta assorbente.
Mescolare in una scodella, olive capperi e pinoli.
Mondare, lavare e tagliare a striscioline le scarole.

In una pentola di coccio far cucocere le scarole con olio, aglio, per 15 minuti a fuoco basso, aggiungere le olive, i capperi ed i pinoli. Aggiustare

In una teglia foderata di carta forno, disporre le basi della pizza, disporre su ogni base un quarto delle scarole.
Far cuocere 10 minuti in forno. Servire con un giro d’olio a crudo.

gatta5Evvabbè: non vale uscirsene con la pizza alla scarola dopo essere stata a Napoli per ExmeetEx!



involtini di san pietro agli spinaci, carote e salsa al basilico
agosto 24, 2009, 5:10 pm
Filed under: Piatti della festa | Tag: ,

pesce san pietro carote e crema di basilicoTempo occorrente 30 minuti
Ingredienti per 4 persone:

8 filetti di pesce San Pietro
200 gr di spinaci
4 Cipollotti
30 gr di pistacchi
20 foglie di basilico
2 cucchiai di vernaccia
2 carote
Noce moscata
6 cucchiai d’olio extra-vergine d’oliva
Sale alle erbe
Paprika
curry

Lavare gli spinaci 5 volte, sbollentarli, raffreddarli sotto un getto di acqua corrente, strizzarli e tagliarli.
Mondare e tagliare 1 cipollotto affettarlo e farlo soffriggere in un cucchiaio d’olio e sale alle erbe. Far insaporire gli spinaci, aggiustare di sale ed aromatizzare con noce moscata.

Pre-riscaldare il forno a 180° su una pirofila coperta da carta forno fare uno strato con 2 cipollotti. Spalmare i filetti di san pietro con gli spinaci, una passata di pistacchi riarrotolarli e chiuderli con spago idoneo per la cottura.
Disporli sullo strato di cipollotti e farli cuocere per 15 minuti.

Mondare e affettare le carote sottilmente, farle cuocere al vapore per 15 minuti. Intanto far cuocere il cipollotto rimasto con due cucchiai di vernaccia. Insaporire le carote, con i cipollotti, paprika e curry e un cucchiaio d’olio.

Frullare basilico pistacchi sale alle erbe e l’olio rimasto.

Comporre il piatto con i filetti di san pietro, il puré di carote ed il pesto ai pistacchi.

Spolverizzare di pistacchi. Servire tiepido.

gatta2Siamo un po’ rallentate oggi: vacanze, fuso orarario ecc… offuscano la consueta vispezza.



Cernia Croccante agli aromi
giugno 6, 2009, 8:26 pm
Filed under: Pesce | Tag: ,

cernia croccante agli aromiTempo occorrente 10 minuti

Ingredienti per 4 persone

500 gr di filetto di cernia

100 gr di farina di polenta

1 manciata di prezzemolo

1 manciata di capperi sotto sale

16 olive verdi denocciolate

8 cucchiai di olio extra-vergine d’oliva

Sale alle erbe

Mondare e lavare il prezzemolo, tritarlo al coltello con i capperi. Scolare e tagliare le olive a rondelle. Unire gli ingredienti in una scodellina e conservare a parte.

Tagliare a piccoli pezzi il filetto di cernia, passarlo nella farina di polenta. Far scaldare l’olio in una padella capace, salare con sale alle erbe e, quando è molto caldo unire i pezzetti di cernia. Far cuocere 2 minuti.

Scolare i pezzetti una volta dorati da entrambe i lati e lasciarli riposare su una carta assorbente 3 minuti. Servire alternando pezzetti di pesce e trito di capperi prezzemolo ed olive.

gatta5

Oggi il sole splende dietro il grigio dei nuvoloni scacciati da un vento forte. Chissà che colori spazzano la laguna di Venezia, in questi giorni?…



Minestrone in crosta
marzo 1, 2009, 1:23 pm
Filed under: Zuppini | Tag:

minestrone-in-crostaTempo occorrente: preparazione 4 ore di ammollo dei cereali cottura 40 minuti
Ingredienti per 4 persone

8 foglie di cavolo nero piccolo
1 cipollotto
1 carota
1 finocchio piccolo
4 zucchine
100 gr di legumi misti per zuppa
Sale alle erbe
2 cucchiai d’olio extra-vergine d’oliva
100 gr di farina di kamut

Lasciare in ammollo i legumi misti da zuppa per 4 ore.

Tagliare a piccoli pezzi le verdure e metterle a cuocere con poca acqua per 20 minuti. Aggiustare di sale.

Impastare la farina di kamut con un cucchiaio d’olio, un pizzico di sale alle erbe e tanta acqua tiepida per ottenere un impasto liscio ed elastico.

Stendere su un’asse con un matterello la pasta non troppo sottile, della larghezza delle cocottine da forno mono-porzione. Dividere la zuppa in 4 cocottine che possono andare in forno. Ricoprire le cocottine ciascuna con un disco di pasta, spennellare d’olio d’oliva. Con della carta forno confezionare dei 4 coni, infilarne uno in ogni disco di pasta al centro, in modo che funzioni da camino e faccia uscire il vapore in eccesso. Cuocere in forno pre-riscaldato a 180° per 10 minuti. Servire caldo.

gattaFinalmente la ragazza del III° piano mi ha offerto del cibo: un biscotto di non so che farina, secco e poco dolce. Non sono riuscita a mangiarlo… Però apprezzo il gesto.



Torta di Zucca
ottobre 28, 2008, 9:51 am
Filed under: Primi piatti | Tag:

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Tempo occorrente: preparazione 1 ora – cottura 30 minuti

Ingredienti per 4 persone

 

500 gr di zucca

100 gr di cornetti

250 gr di farina di kamut

4 cucchiai d’olio extra-vergine di oliva

1 bicchiere d’acqua tiepida

2 chiodi di garofano

4 grani di pepe

1 pizzico di curry

1 grattata di noce moscata

1 pezzettino di cannella

1 presa di sale fine

1 presa di sale grosso

 

Pulire la zucca dei semi, ma lasciare la buccia. Metterla in forno pre-riscaldato a 180° per 45 minuti.

 

Intanto mondare, lavare e tagliare a losanghe i fagiolini. Cuocerli in acqua bollente e salata per 5 minuti. Scolarli e passarli sotto l’acqua fredda.

 

Su un asse per tirare la pasta, mescolare acqua, farina di kamut, una presa di sale fine e 2 cucchiai d’olio. Ottenuto un impasto liscio ed elastico, tirare 2/3 della pasta fino ad ottenere un disco che ricopra uno stampo da 24 cm di diametro. Con la pasta restante tirare un disco più piccolo che ricoprirà la torta.

 

Preparare il ripieno sfornando la zucca, con un cucchiaio togliere tutta la polpa, salarla, aggiungere tutte le spezie tritate, le piccole losanghe di cornetti ed 1 cucchiaio d’olio d’oliva.

 

Foderare uno stampo da 24 cm con carta forno. Stendere il disco di pasta più grande, aggiungere il ripieno alla zucca, distribuirlo uniformemente.

 

Coprire con il disco più piccolo, chiudere i bordi, cospargere di olio di oliva e spolverizzare di sale grosso.

 

Cuocere in forno pre-riscaldato a 180° per 30 minuti. Servire caldo o tiepido.

 

 

 

Questa mattina la ragazza del III° piano è uscita presto, tutta contenta perché c’era il sole. Incontra una signora che esce da un’altra scala, cammina compunta, truccata, pettinata e con la borsetta di vernice. La ragazza del III° piano sgrana 32 denti entusiasti ed esclama:

 

-Buongiorno.

 

La signora bionda la osserva, dall’alto in basso e poi in tono gentile ma inossidabile risponde:

 

– Io non la conosco.

 

E riprende a camminare facendo ondeggiare la borsetta lucida. Senza rispondere al saluto.

 

La ragazza non si muove. Le si è seccato il sorriso.

 

Vado a farle un po’ di fusa e a strusciarmi.

 

 



Röesti ai funghi
ottobre 23, 2008, 6:57 pm
Filed under: Piatti unici | Tag:

Tempo occorrente: preparazione 3 giorni – cottura 15 minuti

 

1.2 kg di patate

800 gr di fette di porcini surgelati

30 gr di porcini secchi

1 spicchio d’aglio

10 rametti di prezzemolo

2 cucchiai di panna di soja

1 mestolino d’acqua tiepida

 

Lessare le patate con la buccia  per 30 minuti. Scolarle e lasciarle in frigorifero con la buccia per 36 ore in modo da far consolidare gli amidi.

 

20 minuti prima di cenare mettere ad ammollare i funghi secchi con acqua tiepida, sbucciare le patate e grattuggiarle come grattugereste le carote. Mondare, lavare e tritare il prezzemolo.

 

In una padella far scaldare olio aglio e sale alle erbe, unire le fette di porcini ed i funghi secchi strizzati. Fare soffriggere per una decina di minuti fino a cottura dei funghi, unire la panna di soja, aggiustare di sale, aggiungere il prezzemolo tritato e tenere in caldo.

 

Far scaldare l’olio in  4 padelle piccole di diametro o una grande, mettere le patate in ciascuna padella, o nella padella unica. Con una forchetta uniformare la superficie come se si trattasse di una frittata. Far cuocere per 5-6 minuti e poi, con l’aiuto di un piatto, girarli d’altra parte.

I tempi dipendono molto dalla qualità delle patate e dallo spessore del  röesti. Quindi, per capire quando è il momento di girare il röesti, guardare se è di un bel colore dorato tendente al brunito, sollevando un po’ il bordo con la forchetta.

 

Servire con i funghi ben caldi.

 

Sniff, sniff…: funghi, profumo di funghi…. Sniff: panna. Dal III° piano? Impossibile, o è impazzita o ha usato uno di quei surrogati vegetali…. Dovrei andare a vedere… ma mi dispiace andare via da qui. La signora del I° piano ha quasi 100 anni i capelli bianchissimi e gli occhi azzurri ma veramente azzurri, per niente slavati. Quando sto sulle sue ginocchia mi accoccolo perfettamente, indisturbata perché, una volta seduta, mantiene esattamente la posizione in cui si trova. Capita di rado. Di solito le persone ti prendono in braccio e poi si agitano. Lei no: si siede e sta. La sento che ricorda quando non sapeva nemmeno che il mondo fosse anche degli altri, perché pensava che fosse solo suo.

C’è, nell’aria, anche qualcosa  di croccantino, fritto; forse addirittura di abbrustolito…. Devo andare assolutamente a capire cosa sta facendo quella ragazza di sopra….