Cucina senza senza con Irene


Orzo ai 4 colori
agosto 14, 2009, 1:15 pm
Filed under: Piatti unici | Tag: ,

paella d'orzo e gamberi all'aranciaTempo occorrente: 30 minuti di preparazione, 6 ore di ammollo
Ingredienti per 4 persone
300 gr Orzo perlato
20 gamberi
100 gr di fagiolini
100 gr di carote
Basilico
Curry
2 bustine di zafferano
Buccia d’arancia

Lasciare in ammollo l’orzo per 6 ore, scolarlo lavarlo e metterlo a cuocere per 20 minuti in acqua bollente salata con il contenuto di due bustine di zafferano.
In tre ciotoline disporre 1 cucchiaio d’olio in ciascuna. Aromatizzare una citolina con il curry, una con foglie di basilico fresco e la terza con buccia d’arancia.

Intanto mondare e tagliare a losanghe i fagiolini, mondare e tagliare a piccoli pezzi le carote, cuocere separatamente le verdure per 3 minuti, scolarle e lavarle sotto l’acqua corrente. Mondare i gamberi e passarli per 2 minuti in una padella anti-aderente. Condire le losanghe di fagiolini con l’olio al basilico, le carote con l’olio al curry e i gamberi con l’olio all’arancia. Lasciare riposare in recipienti distinti.
Ultimata la cottura dell’orzo, scolarlo, interrompere la cottura con un getto d’acqua fredda, scolarlo bene e condirlo con le verdure ed i gamberi.

gatta5Tinte forti, consistenza varia, a temperatura fresca: aria di vacanza.

Annunci


Trota alle erbe e puré in verde
luglio 26, 2009, 3:27 pm
Filed under: Piatti unici | Tag: ,

trota aromatica con purè di patate e spinaciTempo di preparazione: 40 minuti
Ingredienti per 4 persone:

4 filetti di trota salmonata
Foglie di timo fresco
Foglie di maggiorana fresca
4 patate medio-piccole
200 gr di spinaci freschi
1 cucchiaio di margarina
1 cucchiaio d’olio etravergine d’oliva
Noce moscata
Pepe nero
Sale

Mondare e lavare gli spinaci per 5 volte. Mettere a lessare le patate con la buccia in una pentola d’acqua fredda. Far cuocere 15 minuti da quando prendono il bollore.

Far cuocere gli spinaci 2 minuti, senza aggiunta di grassi. Lavarli sotto l’acqua fredda in modo da mantenere il loro bel verde brillante.

Pre-riscaldare il forno a 180°. Quando le patate sono lesse, mettere i filetti di trota in una teglia foderata di carta forno. Far cuocere 15 minuti.

Sbucciare le patate ed impastarle con una forchetta, sale ed il cucchiaio d’olio. Una volta raggiunta una consistenza liscia ed elastica unire gli spinaci salati e aromatizzati con una grattata di noce moscata, appena prima di aggiungerli alle patate.

In un padellino scaldare la margarina, unendo le foglie di maggiorana e timo. Togliere dal forno i filetti di trota, irrorarli con le erbe aromatiche e disporle sui piatti con il puré. Utilizzando l’attrezzo che fa le palline di gelato si ottiene un contorno molto geometrico.

gatta5Fa caldo, nessuno gira per strada, le zanzare ronzano. Vorrei andare in vacanza in un posto bello, dove non ci si annoia e si sta Bene.



Segale tofu piccante, germogli di ravanello, pomodoro e basilico
luglio 12, 2009, 8:35 pm
Filed under: Piatti unici | Tag: ,

segale pomodoro tofu e germogli di ravanelloTempo occorrente: 12 ore di ammollo, 20 minuti di preparazione.
Ingredienti per 4 persone:

250 gr di segale
20 pomodori ciliegia
8 foglie di basilico
Sale alle erbe
200 gr di tofu al naturale
Peperoncino
2 cucchiai d’olio extra-vergine d’oliva
1 manciata di germogli di ravanello

La sera prima mettere in ammollo l’avena.
Mezz’ora prima del pasto far bollire una pentola d’acqua. Salare ed unire l’avena. Far cuocere per 20 minuti.
Intanto lavare e tagliare i pomdori in ¼ a cui unire le foglie di basilico spezzettate con le mani. Tagliare a piccoli dadi il tofu e lasciarlo insaporire con peperoncino olio extra-vergine d’oliva.
Passare in una padella calda il tofu e lasciarlo imbiondire.
Scolare l’avena, salare i pomodori e basilico, unire, l’avena, il tofu ed i germogli di ravanello.

gatta5Si può dormire con le finestre aperte durante il nubifragio, svegliarsi alla mattina con 3 dita d’acqua in giro senza battere ciglio?…. l’ho visto fare….



Riso di Primavera
aprile 18, 2009, 12:15 pm
Filed under: Piatti unici | Tag:

riso-di-primavera
Tempo occorrente 40 minuti di preparazione 18 minuti di cottura
Ingredienti per 4 persone

300 gr di riso carnaroli
400 gr di asparagi sottili
300 gr di fave fresche per 70 gr di fave sgusciate
300 gr di piselli freschi per 80 gr di piselli sgusciati
1 carota piccola
1 zuccina piccola
1 cipolla piccola
1 scalogno
2 chiodi di garofano
4 foglie di basilico
4 fiori di zucca
1 cucchiaio d’olio extra-vergine d’oliva
1 cucchiaio di margarina
Sale fino marino integrale

Lavare e mondare la carota e la zucchina, sbucciare la cipolla e steccarla con i 2 chiodi di garofano. Mettere la carota, la zucchina e la cipolla in una pentola d’acqua, aggiungere una presa di sale. Cuocere per 20 minuti. Filtrare il tutto.
Intanto mondare e lavare gli asparagi, tagliando le punte. Mettere un padellino con poca acqua sul fuoco, salare, ad ebollizione aggiungere le punte d’asparagi. Cuocere per 2 minuti, scolare e far raffreddare con cubetti di ghiaccio per mantenere il verde brillante. Sgusciare le fave, mettere il pentolino sul fuoco con poca acqua, salare, ad ebollizione aggiungere le fave. Cuocere per 2 minuti, scolare e far raffreddare con cubetti di ghiaccio per mantenere il verde brillante.
Sgusciare i piselli, mettere il pentolino sul fuoco con poca acqua, salare, ad ebollizione aggiungere i piselli. Cuocere per 2 minuti, scolare e far raffreddare con cubetti di ghiaccio per mantenere il verde brillante. Unire le tre verdure in una ciotola. Intanto sbucciare ed affettare sottilmente lo scalogno, metterlo in una pentola con l’olio ed una presa di sale. Affettare a piccole rondelle il verde dei gambi d’asparago ed unire allo scalogno dorato, far cuocere 2 minuti. Unire il riso, far intridere per 2 minuti poi aggiungere il doppio del volume del riso in 2 volte facendolo cuocere in tutto 15 minuti. Unire le verdure, un cucchiaio di margarina, mescolare bene e far mantecare 3 minuti. Servire decorando con foglie di basilico e fiori di zucca freschi.

gatta2E’ arrivata anche questo anno. Tra vetri lavati, abiti cambiati negli armadi, nuove piante sui davanzali, nuovi quadri alle pareti, e chiese ristrutturate e restituite al culto e alle collettività.



Lasagnette di kamut scampi e zucchine
febbraio 17, 2009, 10:01 pm
Filed under: Piatti unici | Tag:

lasagnette-di-kamut-scampi-e-zucchine
Tempo occorrente: preparazione cottura 30 minuti
Ingredienti per 4 persone

400 gr lasagnette di kamut
2 zucchine
La buccia di un limone non trattato
1 cucchiaio di margarina
1 cucchiaino di curry
1 cucchiaino di semi di sesamo
30 scampi
2 cucchiai d’olio extra-vergine d’oliva
Sale grosso
Sale alle erbe

Lavare e mondare le zucchine, tagliarle a cubetti. In una pentola mettere l’olio ed il sale alle erbe, farlo scaldare, unire le zucchine. Far imbiondire il tutto, mettere in caldo il tutto cospargendo di buccia di limone grattugiata. Passare al mixer 3 cucchiaiate di zucchine, in modo da ottenere una crema densa.
Mondare e lavare gli scampi, lasciando solo la codina.

Mantecare il cucchiaino di margarina con quello di curry.
Nella stessa pentola in cui hanno cotto le zucchine unire la margarina aromatizzata, farla sciogliere ed unire gli scampi, dopo 3 minuti unire i semi di sesamo.

Intanto mettere una pentola d’acqua a bollire, salare ed aggiungere le lasagnette.
Quando la pasta è cotta, scolarla, farla insaporire a fuoco vivo con la crema di zucchine, poi unire le zucchine a cubetti e gli scampi. Servire caldo.

gatta3Scampi e zucchine: buono e semplice, almeno così sembra dal profumo….



sformato di cannellini e miglio all’arancia e finocchio
febbraio 7, 2009, 9:53 pm
Filed under: Piatti unici | Tag:

sformato-di-miglio-e-cannellini
Tempo occorrente: 10 minuti di preparazione, 20 minuti di cottura
Ingredienti per 4 persone

2 confezioni di cannellini sotto vetro da 240 gr ciascuna
4 cucchiai abbondanti di miglio
80 gr di cornetti
Sale alle erbe
Scorzette d’arancia
1 finocchio piccolo con barbe verdi
1 porro piccolo
2 cucchiai d’olio extra-vergine d’oliva

Lavare accuratamente finocchio, porro e cornetti.
Tagliare finemente il bianco del porro, a piccoli dadi il bianco del finocchio3 fino ad ottenerne una manciata abbondante di piccoli dadi. Conservare con cura le barbe verdi. Tagliare a piccole losanghe i cornetti mondati.
Preparare un soffritto con poco olio aggiungendo poi il porro, il finocchio. Aggiungere i fagioli cannellini, e altrettanto volume d’acqua calda quando bollono unire il miglio, facendo attenzione che non attacchi e non bruci.
Intanto in poca acqua salata cuocere per 3 minuti le losanghe di cornetti. Togliere dal fuoco e passarle sotto l’acqua fresca in uno scolapasta. Asciugare bene,
Dopo 16 minuti di cottura del miglio unire i cornetti aggiustare di sale e lasciare intiepidire.
Intanto tagliare a listarelle le scorzette d’arancia e a rondelle il verde del porro. In una pentola con poco olio far passare il porro, con le scorrette.
Mettere il miglio in stampini mono-porzioni unti di olio e girare su piatti di portata. Decorare la superficie del trito di porro, arancia, decorare il piatto con le barbe del finocchio e buccia d’arancia.

gatta1Un po’ di colore, un po’ di contrasto in questi giorni di pioggia dal cielo e non solo.



Rana pescatrice sui pizzoccheri
dicembre 28, 2008, 7:07 pm
Filed under: Piatti unici | Tag:

ranapescatricesuipizzoccheriTempo occorrente 30 minuti di preparazione, 10 minuti di cottura
Ingredienti per 4 persone

75 gr di farina di grano saraceno
225 gr di farina di farro
Mezza tazza da te di acqua tiepida
4 foglie di verza
1 grossa patata
2 cipolle
1 peperoncino fresco
1 rametto di salvia
400 gr di rana pescatrice
4 rametti di rosmarino
6-8 fogliette di basilico
2 cucchiai di margarina
30 gr di mandorle sfilettate

Preparare i pizzoccheri mescolando su un’asse di legno le due farine un pizzico di sale alle erbe e l’acqua, fino ad ottenere una pasta liscia ed elastica. Stendere l’impasto con il matterello. Tagliare a fettuccine e poi dividerle in piccoli lembi di non più di 3 cm di lunghezza.

Affettare la cipolla sottilmente e mantenendo l’ampiezza di tutto il diametro della cipolla.
Far sciogliere in una padella la margarina, unire peperoncino, salvia, sale alle erbe e aggiungere le rondelle di cipolla. Far imbiondire ed aggiungere qualche cucchiaiata di acqua tiepida per renderle morbide. Intanto in un pentolino anti-aderente dorare le mandorle sfilettate senza aggiunta di grassi.

Pre-riscaldare il forno a 180°. Intanto mettere una pentola d’acqua e sale grosso a bollire. Lavare e tagliare a striscioline le foglie di verza, sbucciare e tagliare a tocchetti la patata. Una volta raggiunta l’ebollizione unire la verdura. In una teglia foderata di carta forno disporre i tocchetti di rana pescatrice. Infornare per circa 10 minuti, tanto che le carni diventino bianche.
Dopo 4 minuti di cottura delle verdure unire i pizzoccheri e lasciar cuocere altri 4 minuti. Scolare il tutto e mantecare con la cipolla, avendo prima tolto il peperoncino e la salvia. Disporre i pizzoccheri su una pirofila ed infornare per 5 minuti. Ultimata la cottura togliere dal forno sia la rana pescatrice che i pizzoccheri. Disporre il pesce sui pizzoccheri e decorare con fogliette di basilico e mandorle sfilettate.

filippa8Polpa bianca, mandorle dorate….normalmente preferisco il pesce a forma di pesce, ma potrei fare un’eccezione di capodanno….